Argentario, la comandante dei vigili uccide il figlio 17enne e si suicida

Ha sparato al figlio 17enne e poi si è suicidata. La tragedia si è consumata a Porto Santo Stefano nella mattinata. Protagonista ne è stata il capo dei vigili urbani di Monte Argentario, Loredana Busonero. Il ragazzo è morto durante il trasporto in ospedale: ferito alla testa, le sue condizioni sono apparse immediatamente disperate. Non si conoscono ancora le motivazioni del gesto.

Il figlio morto sull’elisoccorso

Loredana Busonero, 55 anni, da tempo nel corpo dei vigili urbani del Comune di Monte Argentario, fino a ieri ha prestato regolarmente servizio. La donna avrebbe sparato con la pistola d’ordinanza. La famiglia abita lungo la strada panoramica di Monte Argentario chiamata “Strada del Sole”. La donna due anni fa era rimasta vedova. Il figlio, in gravissime condizioni, è stato portato con l’elisoccorso Pegaso al policlinico di Santa Maria delle Scotte a Siena, ma è morto durante il trasferimento. Sul posto sono interventi i carabinieri della compagnia di Orbetello, che stanno conducendo le indagini. Sul posto si è recato anche il sindaco di Monte Argentario, Arturo Cerulli, mentre in Comune, amici e colleghi della Busonero, si sono detti sotto choc.