Anziana stuprata da un nigeriano: l’aiuta con la spesa, poi la massacra

Raggirata e poi violentata in casa da un 26enne, nigeriano, che l’aveva aiutata a portare la spesa. E’ accaduto a Gioia del Colle, in provincia di Bari ad un’anziana di 76 anni. Il 26enne è un migrante residente al Cara di Bari Palese ed è stato arrestato dai carabinieri.

La donna, dopo aver fatto la spesa nel vicino supermercato, ha accettato l’offerta d’aiuto del 26enne che era all’esterno a chiedere l’elemosina ai clienti. Una scena che si ripete davanti ormai a moltissimi supermercati. Una scena che stavolta ha avuto un risvolto drammatico. L’uomo ha portato le buste della spesa ma una volta in casa della 76enne l’avrebbe picchiata e violentata più volte. La donna, nonostante le ferite, è riuscita ad avvertire il figlio che ha chiamato i carabinieri e l’ambulanza. I militari hanno trovato il 26enne che, dopo l’aggressione, era tornato all’esterno del supermercato. La donna  è ora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Miulli di Acquaviva.

Il nigeriano è ospite del Cara di Bari

Tutto sarebbe iniziato davanti ad un supermercato di Gioia dove l’aggressore era solito chiedere l’elemosima. All’arrivo della donna, secondo quanto raccontato da quest’ultima, l’uomo le ha dato una mano con le buste della spesa e insieme hanno raggiunto l’abitazione della 75enne. A quel punto sarebbe partita la violenza: prima calci e pugni, poi lo strupro. I carabinieri sono riusciti a risalire all’identità del presunto aggressore e ad arrestarlo. Il nigeriano, che sarebbe un ospite del Cara di Palese, è in carcere a Bari, accusato di violenza sessuale aggravata e lesioni personali. È in attesa che il fermo venga convalidato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale barese.