Amburgo, nel supermarket col machete al grido di “Allah Akbar”: un morto e 4 feriti (VIDEO)

È stato arrestato l’uomo che ha ucciso una donna e ha ferito almeno altre 4 persone in un attacco a colpi di machete in un supermercato di Amburgo. Lo ha annunciato la polizia, mentre nella sua versione online il quotidiano Bild ha scritto che, prima di agire, l’uomo ha urlato “Allah Akbar”. L’aggressore “è entrato in un supermercato e ha cominciato improvvisamente ad attaccare i clienti”, ha detto una fonte della polizia. Le autorità di Amburgo hanno diramato una allerta terrorismo dopo l’accoltellamento avvenuto in un supermarket della nota catena Edeka. Secondo la Bild si cerca un secondo complice. La polizia precisa via Twitter che sono ancora ignote le cause del gesto ed è imprecisato il numero di feriti. L’aggressione ha avuto luogo nel quartiere di Barmbek, quando lo sconosciuto ha colpito ripetutamente diversi clienti del centro commerciale Edeka-Markt situato sulla Fuhlsbüttler Straße. La polizia, avvertita da alcuni testimoni, ha fatto intervenire una unità speciale antiterrorismo. La caccia all’uomo è durata circa una trentina di minuti, al termine dei quali il responsabile è stato visto seduto in una auto delle forze dell’ordine, sanguinante e in manette.

L’assalitore di Amburgo fermato da cittadini armati di sedie

Amburgo sotto choc: l’uomo ha cercato di colpire gente a casaccio

L’attacco è avvenuto poco dopo le 15, scrive il giornale, che ha pubblicato sul suo sito Internet una foto dell’aggressore con un testa una busta bianca e coperta di sangue. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo avrebbe dapprima aggredito dei passanti a caso in strada e poi sarebbe entrato in un supermercato in via Fuhlsbüttler. La Bild scrive anche che si cerca un secondo sospetto.