Allarme Interpol: sono 173 i terroristi islamici pronti a colpire in Europa

L’Interpol ha fatto circolare una lista con i nomi di 173 terroristi dello Stato Islamico che potrebbero essere stati addestrati a preparare attentati suicidi in Europa come rappresaglia per le sconfitte militari subite dall’organizzazione in Medio Oriente. A rivelarlo è il britannico Guardian precisando che la lista è stata messa a punto dall’intelligence americana sulla base di informazioni ottenute durante l’offensiva anti-Isis in Siria e Iraq. Il timore delle agenzie antiterrorismo europee è forte rispetto al rischio di attentatori suicidi determinati a raggiungere l’Europa – probabilmente individualmente – di fronte al collasso del califfato, si legge sul quotidiano, secondo il quale tuttavia al momento non ci sono prove dell’ingresso nei Paesi europei di qualcuno dei 173 presenti sulla lista, ottenuta dal Guardian. Il documento, divulgato lo scorso 27 maggio dal segretariato generale dell’Interpol, definisce il gruppo di combattenti come individui “che possono essere stati addestrati a costruire e piazzare ordigni esplosivi improvvisati in modo da provocare gravi conseguenze, con morti e feriti”. “Si ritiene che possano viaggiare su scala internazionale, per prendere parte ad attività terroristiche”.