Afghanistan, ormai è guerra civile: offensive a 360 gradi dei Talebani

Sono 25 i morti dell’attacco sferrato dai Talebani durante la notte contro un avamposto militare in un distretto remoto nella provincia di Kandahar, a sud dell’Afghanistan. Una serie di scontri si sono registrati nei pressi del presidio militare di Karz Ali, nel distretto di Khakrez intorno alle 22 di mercoledì (ora locale), dopo che alcune decine di terroristi avevano preso dall’assalto il presidio. Il bilancio provvisorio è di 25 vittime e 9 feriti tra i militari, mentre un numero non precisato di soldati sarebbe disperso. Al momento degli scontri si trovavano nel compound circa 70 soldati. Molti i feriti e le vittime anche tra i talebani. Gli attentatori avrebbero sottratto armi e munizioni dal presidio militare attaccato, a 450 km a sud di Kabul. Il portavoce della polizia provinciale Zia Durrani ha confermato a Xinhua l’episodio, aggiungendo che verranno forniti maggiori dettagli nel corso della giornata. Le forze di sicurezza afghane hanno ripreso il controllo del distretto di Kohistan, nel nordovest dell’Afghanistan, caduto nelle mani dei Talebani tre giorni fa. A riferirlo è il portavoce del ministero della Difesa afghano Dawlat Waziri. “Il distretto di Kohistan, nella provincia di Faryab, è stato ripreso dai Talebani ieri in serata”, ha dichiarato il portavoce alla dpa, aggiungendo che con l’appoggio aereo, le forze governative hanno iniziato oggi ad attaccare le posizioni dei Talebani. Le truppe afghane lanceranno un’operazione per spingere i ribelli ad arretrare nelle aree circostanti del distretto, ha detto Waziri. I Talebani hanno perso una decina di uomini, ha proseguito il portavoce. Un membro del Consiglio provinciale, Mohammad Sami Khayerkhwah, ha confermato quanto riportato da Waziri e ha dichiarato che sono stati uccisi e feriti circa 70 militanti. Tra i feriti anche 8 uomini delle forze di sicurezza afghane. Secondo Khayerkhwah, sarebbero stati liberati 50 soldati afghani che erano prigionieri dei Talebani. Negli ultimi giorni i Talebani hanno intensificato i loro attentati nel centro del Paese, prendendo il controllo del distretto di Jani Khel nella provincia di Paktia a sud-est, e del distretto di Taywara nella provincia di Ghor, a nord ovest. I combattimenti continuano nelle province settentrionali di Kunduz e Baghlan, in quella nord-orientale di Badakhshan, in quelle meridionali di Helmand e Kandahar, e nella provincia di Ghor nel centro. Lunedì scorso un attentatore suicida aveva fatto esplodere un’autobomba in un quartiere a maggioranza sciita della capitale Kabul. Il bilancio dell’attacco rivendicato dai Talebani è di almeno 37 morti e 40 feriti. Si è trattato del decimo attentato terroristico nella capitale afghana dall’inizio dell’anno.