A fuoco un grattacielo a Honolulu: 3 morti. Persone intrappolate a lungo (VIDEO)

Le fiamme e una alta nube di fumo scuro hanno funestato la mattinata di sole di Honolulu, alle Hawai, dove un disastroso incendio scoppiato al 26mo livello di un grattacielo alto 36 piani, in cui hanno perso la vita 3 persone.

Honolulu, incendio al 26°piano di un grattacielo

Secondo quanto riferito dai media locali, oltre un centinaio di vigili del fuoco sono impegnati nell’opera di spegnimento delle fiamme, divampato al 26mo dei 36 piani dell’edificio Marco Polo. Dopo aver accertato in 3 il numero delle vittime dell’incendio, trovate tutte al 26 °piano, e aver provveduto all’evacuazione dell’intero palazzo, quando sembrava che la situazione potesse essere in qualche modo tornata sotto controllo, ha cominciato a prendere corpo il dubbio che altre persone potessero essere ancora intrappolate dalle fiamme all’interno del grattacielo. Il portavoce del dipartimento dei vigili del fuoco, David Jenkins, ha riferito che il Marco Polo è stato evacuato, ma, contestualmente, non ha potuto escludere che all’interno dell’edificio potesse essere presente ancora altra gente bloccata nella propria unità.

Honolulu, potrebbero esserci altre persone intrappolate

E i media ancora non hanno dato ancora informazioni utili sulle condizioni dei feriti, limitandosi a notizie vaghe e non aggiornate all’ultimo bollettino medico. Quello che si, al momento, è che quattro persone sono state portate e distribuite in vari ospedali. E tra panico e soccorsi, si fa strada il dubbio che l’edificio a forma di onda, costruito nel 1971, non fosse dotato di efficaci dispositivi anti incendio. Un’eventualità su cui pare si sia soffermato al momento il sindaco di Honolulu, Kirk Caldwell, tra i primi a raggiungere il luogo del grattacielo in fiamme.