Vietato “rubare” foto su Facebook: ecco cosa rischiano i ladri del web

Sono in tanti a pensare che le immagini dei bambini piccoli postati su Facebook possano finire nelle mani di malintenzionati o perfino di pedofili internazionali e gli appelli della polizia postale, in questo senso, sono molto chiari. Così com’è accertato che spesso vengano rubate foto per creare falsi profili, non sempre con buone intenzioni. Marc Zuckerberg ha così deciso di correre ai ripari per salvaguardare le immagini degli utenti. Come riporta il Mirror, la società vuole apportare dei cambiamenti che limiteranno i modi per copiare una foto con lo scopo di dare agli utenti una maggiore garanzia di controllo sulla loro immagine.

Queste novità annunciate verranno testate per la prima volta in India. Il Paese è stato scelto come banco di prova dal momento che lì i furti delle immagini su Facebook sono molto diffusi. “Durante la nostra ricerca con le persone e le organizzazioni di sicurezza in India” -a spiegato Aarati Soman , Product manager di Facebook- “abbiamo saputo che alcune donne scelgono di non condividere su internet le immagini del profilo che ritraggono il loro volto, perché sono preoccupate per ciò che potrebbe accadere alle loro foto”,

Se avrà successo, la funzione verrà poi esportata in tutto il resto del mondo. Le nuove misure prevedono l’interruzione dei download o della condivisione di immagini del profilo su Facebook Messenger, l’impossibilità di fare uno screenshot su un telefono Android e la creazione di un bordo blu intorno all’immagine come un deterrente visivo. Secondo Facebook, aggiungere una sovrapposizione ad una foto, diminuisce almeno del 75% la possibilità che le persone copino quella immagine. Gli account di chi ruba, ovviamente, potrebbe essere oscurata e in alcuni casi potrebbe scattare anche la denuncia.