Trump ha un problema: è in Qatar la più grande base Usa in Medio Oriente

Il Qatar ospita la più grande base militare americana del Medio Oriente, centrale per le operazioni aeree contro lo Stato Islamico in Iraq e Siria. La decisione di Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi ed Egitto di rompere ogni rapporto con il Qatar, accusato di finanziare il terrorismo, pone dunque un problema per gli Stati Uniti, tanto più che gli aerei di Arabia Saudita, Bahrein ed Emirati partecipano alle operazioni contro l’Isis. Inoltre in Bahrein vi è la base della Quinta flotta americana e negli Emirati si trovano basi aeree utilizzate dalla coalizione anti Isis guidata da Washington. E ora come si farà a coordinare le operazioni se i rappresentanti militari di Riad, Manama e Abu Dhabi non potranno più risiedere nella base di al Udeid o visitarla? Situata ad una trentina di chilometri a sud ovest di Doha, capitale del Qatar, la base di Al Udeid (nota anche come aeroporto Abu Nakhlah) ospita il personale dell’aeronautica del Qatar, le forze americane e il quartier generale britannico per le operazioni contro l’Isis. Nella base si trovano circa 11mila militari americani e l’Us Combined Air
Operations Center (Caoc), quartier generale avanzato del Central Command americano che guida e controlla l’azione dell’aviazione americana nei cieli di Iraq, Siria, Afghanistan e altre 17 nazioni.

È il centro comando degli Usa in Media Oriente

In pratica qui vi è il centro per il comando, la logistica e la base di partenza per le operazioni militari dell’aviazione americana in Medio Oriente. Dotata di una delle piste di atterraggio più lunghe del Golfo Persico (3,81 km), la base americana può ospitare fino a 120 aerei, riferisce la Cnn. Nel 2016 è stata usata come base per i bombardieri B52 che compiono raid aerei contro l’Isis in Iraq e Siria. Al momento vi sono un centinaio di velivoli statunitensi, compresi bombardieri B1, aerei da trasporto, rifornimento in volo e ricognizione. In passato vi erano dispiegati i caccia F-16 e gli aerei da ricognizione E-8C Joint Stars impiegati in Afghanistan. La presenza militare americana è legata all’Accordo di Cooperazione per la Difesa firmato dai due paesi dopo l’operazione Desert Storm (la prima guerra contro l’Iraq) nel 1991. Il Qatar ha investito oltre un miliardo di dollari per costruire la base negli anni novanta. Gli americani hanno trasferito qui le loro operazioni nel 2003, lasciando la base aerea saudita di Prince Sultan. Washington ha investito 60 milioni di dollari per la costruzione degli impianti del Caoc, descritti come il “set di un film futuristico”.