Torino, i centri sociali scatenano la guerriglia nel cuore della movida (VIDEO)

Siamo nel cuore della città sabauda, in piazza Santa Giulia dove, durante i controlli della Polizia mirati a effettuare controlli di rito che, specie dopo i disordini delle scorse settimane, impongono il rispetto dell’ordinanza che vieta dalle 20 la vendita di alcolici da asporto, si sono scatenate le violente reazioni della gente in strada nella movida torinese. Tra loro, i soliti giovani dei centri sociali, tra gli animatori della rivolta che si è conclusa con il ferimento di alcuni agenti, uno dei quali colpito in modo più pesante degli altri.

Scontri a Torino, i centri sociali attaccano la polizia

Dunque, gli agenti erano impegnati nei controlli del rispetto dell’ordinanza anti-vetro emanata dopo i gravissimi incidenti in piazza San Carlo, gli scontri sarebbero iniziati poco dopo le 21. Alcuni giovani avrebbero aggredito una commissaria di Polizia, mentre un agente sarebbe stato ferito da una bottigliata, dopo essere stato pestato dai manifestanti in rivolta, molti dei quali risultati legati al vicino centro sociale Askatasuna, e tutti facinorosi agitatori che, come si evince dal video postato in apertura, al grido di via via la polizia, hanno pesantemente infieriti sui poliziotti in tenuta anti-sommossa e devastato la zona.

Gli scontri dopo i controlli sulla vendita di alcolici da asporto

Un’ora di panico e di devastazione e, soprattutto, di violenza cieca, spigionata in pochi minuti in piazza, dove si è scatenato il caos che ha colpito, indistintamente, agenti, manifestanti, avventori dei locali e gli stessi gestori di vari esercizi commerciali e di ristorazione. Almeno due persone sono state fermate e una decina sono ferite: a quanto risulta, però, al momento la vittima della violenza dei soliti militanti dei centri sociali è il poliziotto colpito nel primo momento di tensione quando, in terra, è stato pestato senza pietà e colpito con una bottiglia.

Il precedente di pochi giorni fa, sempre nella zona della movida

L’episodio di ieri sera, peraltro, ricalca pedissequamente le orme di quanto accaduto giorni fa quando, sempre in quella zona della movida torinese, alcuni poliziotti sono stati circondati e minacciati da un gruppo di giovani mentre effettuavano serrati controlli contro i venditori abusivi di alcolici. Visto questo precedente, e la minaccia alla sicurezza sempre più pressante, la questura ha deciso di inviare una pattuglia per ripetere i controlli ed evitare il peggio. Ma al loro arrivo in zona, i poliziotti sono stati immediatamente circondati e provocati dai militanti del vicino centro sociale Askatasuna, che hanno iniziato a urlare slogan contro le forze dell’ordine, dando il la allo scontro di subito dopo.