Taranto «riscopre il suo orgoglio»: Baldassarri va al ballottaggio (video)

Taranto «ha raccolto l’invito» a recuperare il proprio orgoglio, puntando su un progetto «inclusivo», nel segno della speranza e con l’obiettivo di costruire una «amministrazione al servizio del cittadino». Stefania Baldassarri, candidata a sindaco del centrodestra, commenta quel 22,5% con cui è risultata prima fra i sindaci in corsa e con il quale andrà al ballottaggio con un vantaggio di cinque punti sul candidato del centrosinistra, Rinaldo Melucci, fermo al 17,7%. Il sindaco uscente, Ippazio Stèfano, era del centrosinistra.

Il risultato del M5s e di Cito jr

È rimasto fermo al palo del 12,3%, invece, Francesco Nevoli, candidato del Movimento 5 stelle. Il movimento, qui come altrove, ha registrato una decisa battuta d’arresto. Da segnalare, infine, il risultato di Mario Cito, figlio di Giancarlo Cito, storico ex sindaco della città ed ex deputato, la cui carriera politica fu affossata da guai giudiziari. Cito jr ha raccolto il 12,5%.

«A Taranto cittadini protagonisti»

«Il nostro è un progetto inclusivo», ha spiegato Baldassarri, parlando della coalizione “Insieme per Taranto”, composta da «otto liste tra le quali anche Dimensione Italia (i fittiani, ndr) e FI che hanno trovo il modo, altrettanto civico, di partecipare». Un progetto, ha aggiunto la candidata, che vede «l’amministrazione al servizio del cittadino».