Sul ponte sventola Balena Bianca: De Mita chiama i Dc, da Mastella ad… Alfano

Un convegno, con le vecchie cariatidi della politica italiana, tutti rigorosamente targati Dc. Ciriaco De Mita, Clemente Mastella, Paolo Cirino Pomicino, fino alle nuove generazioni si fa per dire, come Angelino flano e Marco Follini. La Balena Bianca, forte della riesumazione della legge elettorale in chiave proporzionale, prova a rialzare la testa e a contarsi.

“La necessità di una coalizione Popolare” è il titolo dell’iniziativa politica che Ciriaco De Mita, ex segretario della Democrazia cristiana e oggi sindaco di Nusco, ha deciso di assumere come occasione di riflessione sull’attuale contesto nazionale, ma anche come appuntamento di ricognizione per un’area politica che ha evidentemente bisogno di ritrovare riferimenti e luoghi di incontro. L’appuntamento si terrà a Napoli il prossimo 9 giugno, con inizio alle ore 10.00, presso Palazzo Caracciolo. All’incontro De Mita ha invitato i riferimenti nazionali delle forze politiche e dei movimenti che condividono una radice politica e culturale, che è quella del popolarismo, come cifra comune e punto di contatto e dialogo tra realtà oggi disorientate e frammentate.

«Di fronte alla liquefazione dell’equilibrio politico, abbiamo l’obbligo e il dovere di tornare alle nostre radici», dice De Mita, che ha affidato al nipote Giuseppe la regia dell’iniziativa “rivolta a tutti i popolari per ritrovarsi”. L’appello è ai cespugli, in angoscia da sbarramento al 5%, dall’Udc di Lorenzo Cesa al Centro democratico di Bruno Tabacci, passando per Raffaele Fitto, Stefano Parisi e Angelino Alfano, di cui però non è certa la presenza. Il più euforico è Paolo Cirino Pomicino: «Certo che andrò. Spero che l’iniziativa di Ciriaco possa rimettere al centro il cattolicesimo politico. La crisi dell’Italia sta nell’avere smarrito le grandi culture del passato, ovvero quella popolare e quella socialista».