Strage a Londra, caccia ai killer. La polizia ha i nomi dei tre attentatori

È caccia alla rete dei killer dell’attacco terroristico che sabato sera ha sconvolto Londra. Nell’attentato sono morte sette persone, mentre i feriti sono 48 di cui 21 in condizioni critiche. Domenica la polizia ha arrestato dodici persone nel corso di un raid a Barking, nella parte orientale di Londra. È quanto ha reso noto la polizia metropolitana, spiegando che nella zona viveva uno dei tre attentatori uccisi. Nel tardo pomeriggio c’è stato, poi, un secondo raid in un edificio di East Ham, alla periferia della capitale britannica. Anche questa mattina, nella parte est di Londra, nei quartieri di Newham e Barking, sono in corso altre due perquisizioni nell’ambito delle indagini sull’attacco: secondo quanto riporta la Bbc, gli agenti hanno effettuato degli arresti.

Attacco a Londra, scoperta l’identità dei tre terroristi 

La polizia ha poi annunciato di conoscere l’identità dei tre uomini che sabato sera hanno travolto la folla e poi accoltellato i passanti. I loro nomi, ha affermato Scotland Yard, verranno resi noti “non appena sarà operativamente possibile”. I tre sono stati uccisi dagli agenti intervenuti dopo l’attacco. 

L’attentato rivendicato dall’Isis

L’attentato, come riferisce l’agenzia Amaq, è stato rivendicato dall’Isis, specificando che è stata opera dei combattenti del Califfato. Lo ha reso noto Rita Katz, direttrice del Site, su Twitter.