Roma: i ragazzini urlano, un anziano prende il fucile e spara ad altezza d’uomo

Spara ad altezza d’uomo su un gruppo di ragazzini tra i 12 e i 15 anni perché infastidito dai loro schiamazzi. Il gruppetto, come si legge sul Messaggero,  stava giocando in strada quando l’anziano, fuori di sé, ha imbracciato il suo fucile e ha cominciato a premere il grilletto. Tanta la paura, per fortuna nessuno è rimasto ferito. Il fatto è accaduto venerdì sera intorno alle otto in via delle Case Rosse. A quanto riferito, riporta ancora il Messaggero,  nessuno è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del radiomobile della Compagnia di Tivoli che, sentito lo sparo, hanno subito avviato le indagini. Dopo aver ascoltato diversi testimoni, i militari hanno individuato l’autore del gesto. Si tratta di un pensionato di 67 anni che abita in zona, arrestato per tentato omicidio e portato a Rebibbia. I carabinieri hanno anche sequestrato il fucile calibro 12, detenuto legalmente, con cui ha esploso i colpi. Perquisendo l’abitazione dell’anziano i militari hanno trovato altri quattro fucili e 41 cartucce: tutto legalmente detenuto e tutto sequestrato.