Roma, bus senza aria condizionata: due autisti finiscono in ospedale

Il caldo inizia a mietere vittime. Due autisti dell’Atac a Roma hanno avuto un malore a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Sono stati portati al pronto soccorso del Policlinico Casilino da ambulanze del 118 per un malore dovuto alle alte temperature che si registrano a bordo degli autobus dove manca l’aria condizionata. L’autista portato in serata è uscito dall’ospedale questa mattina, mentre il secondo si trova ancora ricoverato, entrambe sono svenuti per il caldo a bordo dei bus. 

“Nelle cabine blindate degli autobus la temperature sono altissime e l’aria diventa irrespirabile, tenendo anche conto che l’aria condizionata non funziona – denuncia Claudio De Francesco, segretario regionale Faisa Confail – mentre i direttori di esercizio si permettono di minacciare gli autisti che si rifiutano di utilizzare i mezzi privi di condizionamento. Minacce, tra l’altro, solo verbali, perché ovviamente nessuno si prende la responsabilità di mettere per iscritto queste disposizioni”. “Ai pericoli per la salute di autisti e passeggeri, – continua De Francesco – si aggiunge anche l’esasperazione di questi ultimi per il gran caldo, che spesso porta a minacce e ad aggressione nei confronti dei conducenti. È una situazione che abbiamo avuto modo di segnalare anche al prefetto di Roma e deve essere chiaro che se questo stato di cose non cesserà siamo pronti a denunciare e i responsabili”.