Roger Waters ha copiato un italiano: il tribunale ferma il cd dell’ex Pink Floyd

Sarà tolto dai negozi e dalle piattaforme online l’ultimo disco dell‘ex Pink Floyd, Roger Waters, uscito lo scorso 2 giugno, “Is This the Life We Really Want?”. La decisione è stata presa dal Tribunale di Milano con decreto urgente che ha bloccato la commercializzazione ipotizzando il plagio dell’artista concettuale Emilio Isgrò nella copertina, nell’involucro, nel libretto illustrativo del vinile, nel cd e nel formato digitale dell’album.

un'opera di Emilio Isgrò

un’opera di Emilio Isgrò

L’ex Pink Floyd avrebbe copiato Emilio Isgrò

Gli estremi del plagio delle opere di Isgrò nella copertina e nell’artwork (libretto, disegni, raffigurazioni) sia del formato fisico (cd e vinile) sia del formato digitale del disco pubblicato appena lo scorso 2 giugno di Roger Waters sono stati ravvisati – in via cautelare – dalla sezione specializzata in materia di impresa del tribunale di Milano, che nella giornata di ieri, venerdì 16 giugno, ha emanato un decreto urgente per «impedire la propagazione dell’illecito».

La copertina dell'album dell'ex Pink Floyd

La copertina dell’album dell’ex Pink Floyd

Pink Floyd: chi è Roger Waters

Nato a Great Bookham, in Inghilterra, dal 1965 al 1985 è stato con David Gilmour anima e voce dei Pink Floyd, la band che ha scritto un capitolo fondamentale della storia del rock. In seguito si è dedicato alla carriera di solista come bassista e compositore. Per la storica band, che ha venduto 250 milioni di dischi in tutto il mondo, ha scritto gran parte degli album, proiettando nei testi gli aspetti più tormentati della sua vita. L’esempio più emblematico di ciò è l’album “The Wall” (1979), e in particolare la celebre Another Brick in the Wall.