Querelle Equitalia, Renzi: “Grillo non è un grande esperto di pagamenti…”

“Ha risposto Equitalia. Ma volentieri faremo un evento ad hoc su Equitalia, la rottamazione delle cartelle, le tasse. Inviterei anche Grillo volentieri. Sul pagamento delle tasse non è un grande esperto, ma se vuole confrontarsi la Terrazza è pronta anche per lui. Rigorosamente in streaming, s’intende”. Matteo Renzi risponde così via Facebook a un utente a proposito delle dichiarazioni di Beppe Grillo. “Ricordate Matteo Renzi Cucù Equitalia non c’è più? Era una delle sue prese in giro. Dal 1° luglio in caso di debiti e cartelle la nuova Equitalia made in Renzi avrà il potere di procedere al pignoramento dei conti correnti in modo diretto, prendendo i soldi direttamente dalle banche, senza dover richiedere l’apposita autorizzazione al giudice. Com’è umano lei!”. Lo si legge in un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, a firma M5s. Rabbiosa la reazione del Pd, che difende Equitalia: “Al comico Grillo di comico rimane una cosa sola: il suo senso della vergogna! Quando parla di fisco il pregiudicato riluttante dice un sacco di bugie. Beppe non è colpa tua, è che di tasse proprio non riesci a parlare. Proprio tu che da mesi ti rifiuti vigliaccamente di fornire chiarimenti sull’opacissima vicenda che riguarda i profili fiscali del blog beppegrillo.it. Per fortuna, dopo il nostro esposto, sarà la giustizia a darci una risposta chiara”. Lo dichiara il tesoriere Pd, Francesco Bonifazi. “Le parole di Grillo sono parole scritte nell’acqua e non mi stupirei se fra qualche ora le smentisse. In fondo, se non è responsabile del suo blog perché dovrebbe esserlo della sua pagina Facebook? Nel merito delle (sue?) affermazioni, Grillo dimostra per l’ennesima volta un’ignoranza senza pari: dire che la nuova Equitalia made in Renzi avrà il potere di procedere al pignoramento dei conti correnti in modo diretto, prendendo i soldi direttamente dalle banche, senza dover richiedere l’apposita autorizzazione al giudice è una bufala colossale per il semplice fatto che le norme a cui si riferisce sono quelle sul pignoramento diretto in vigore dal 2005”, aggiunge.