Rampelli: “In Alto Adige italiani e tedeschi devono avere gli stessi diritti”

”L’emendamento di Micaela Biancofiore è stato firmato anche da Fdi che l’ha sostenuto con forza in aula seguendo la tradizionale storia della destra italiana. Il voto degli italiani di lingua tedesca non può avere un valore maggiore rispetto a quello degli italiani del resto della penisola, a iniziare da coloro che sono nelle Regioni a statuto speciale: Val D’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna”. Lo ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli. “Un conto è garantire la conservazione dell’autonomia, delle tradizioni culturali e linguistiche, altro conto è discriminare gli italiani per dare ai tedeschi 10 volte la loro rappresentanza. Dopo il rinvio in Commissione della legge elettorale deve essere chiaro che qualunque altra proposta non possa prescindere da questa decisione solenne: italiani e tedeschi hanno lo stesso diritto di voto”, conclude Rampelli. Da parte sua il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, sulla legge elettorale, ritiene che è “impensabile rimettersi al tavolo con chi ha tradito. Ribadiamo l’urgenza di andare al voto subito, di sciogliere le camere e vediamo con favore l’ipotesi di una correzione della legge elettorale per non assecondare chi ha l’obiettivo di tirare a campare”. Così il segretario della Lega Matteo Salvini.