Rampelli: “Il centrodestra a gonfie vele: è la fine del renzismo”

“I dati  sono letteralmente strabilianti. Tutti i ballottaggi sono andati a gonfie vele, a cominciare da Genova dove il centrodestra non ha mai governato dai tempi d’oro del 1994. Per il Pd si può dire che è stata una ecatombe. È la fine del renzismo, se non di Renzi”. Il giudizio di Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di FdI, mette a nudo la débacle senza se e senza ma degli avversari. L’eco della politica nazionale ha pesato sul voto della maggior parte degli italiani, che ora chiede un cambio di passo: “Non credo che trasformare gli immigrati in cittadini italiani con diritto di voto sia sufficiente, visti i risultati», continua Rampelli. «Per il M5S – rimarca il parlamentare di FdI- potremmo cavarcela con una battuta: sembrava un grillo ma era una cavalletta, le cui invasioni sono devastanti ma durano poco”. Però c’è una lezione che va tenuta bene a mente: “Per il centrodestra si tratta di un verdetto: basta polemiche e guerre striscianti, siamo condannati a stare insieme quindi iniziamo subito da una piattaforma comune sulla legge elettorale”, è l’invito di Rampelli. Ora si deve pensare a costruire in grande.