Profugo accoltella e uccide un bimbo di 5 anni in un centro accoglienza

Choc in Germania. Un profugo afghano ha accoltellato e ucciso un bambino di 5 anni, in un centro di accoglienza bavarese, a Arnschwang, in Germania. La polizia, intervenuta sul posto, gli ha sparato, uccidendolo. Nell’attacco anche la madre del bambino, una russa di 47 anni, è rimasta gravemente ferita, mentre il fratellino di 6 anni ha subito un forte choc. Sul fatto indaga la polizia. Secondo gli inquirenti, è assolutamente poco chiaro cosa vi sia dietro l’aggressione del 41enne afghano.

Germania, sospeso e poi ripreso il festival Rock

Tutto ciò avviene a due giorni dalla sospensione del festival «Rock am Ring» per la minaccia di un attacco terroristico. Lo spettacolo, a cui partecipavano decine di migliaia di persone, era in corso presso il circuito del Nurburgring. Due persone sono state poi interrogate. Secondo il sito del giornale Bild i due avrebbero depositato qualcosa di sospetto nell’area del festival. Solo il giorno dopo la polizia ha dato il via libera e la manifestazione ha potuto riprendere. L’annuncio della ripresa era stato dato dagli organizzatori del festival sulla loro pagina Facebook ma poi è arrivata l’ufficialità delle forze dell’ordine.