Il poliziotto eroe scagionato da un testimone: «Ha sparato per difendersi»

C’è un testimone chiave che scagiona il poliziotto eroe di Guidonia. L’agente  dopo aver sventato una rapina, ucciso un bandito e ferito gravemente il complice, si è ritrovato indagato con la doppia accusa di omicidio colposo e lesioni colpose per avere fatto è l’ipotesi un uso imprudente nel reagire legittimamente con le armi. Un passante terrorizzato, alle nove di lunedì mattina, a Guidonia,  come riporta il Messaggero, ha assistito ai due minuti concitati che hanno cambiato la vita a un assistente capo della polizia e lasciato nel sangue due ventitreenni: «Ha sparato per difendere la vittima e per difendersi», ha dichiarato il passante  sotto interrogatorio. «Sul momento non avevo capito neanche che fosse un poliziotto». E poi ancora: «Chiunque sarebbe  scappato. Io ero atterrito, invece il poliziotto ha avuto coraggio e ha sparato solo quando i rapinatori gli hanno puntato la pistola addosso.  C’era un uomo in pericolo e pure lui  doveva salvare la pelle. Una volta intervenuto  non aveva alternative».