Nella rossa Toscana il Pd è costretto ai ballottaggi. CasaPound decisiva a Lucca

Nella rossa Toscana arrivano delle brutte sorprese per il Pd, costretto al ballottaggio sia a Pistoia che a Lucca, due città amministrate dal centrosinistra e che vedono i sindaci uscenti Samuele Bertinelli e Alessandro Tambellini inchiodati al secondo turno dal centrodestra, rispettivamente da Alessandro Tomasi e Remo Santini. A Lucca spicca l’affermazione del candidato di CasaPound Fabio Barsanti, intorno al 7-8%: la formazione politica di destrasatà determinante nel ballottaggio, tra quindici giorni. Malissimo il Movimento Cinque Stelle, che non sfonda, così come Donatella Buonriposi, candidata da Lei Lucca e Rinascimento Sia.  

Anche a Carrara le sorprese non mancano, ma in questo caso Grillo può festeggiare: il suo M5S va al ballottaggio con il centrosinistra rappresentato da Andrea Zanetti, con il terzo incomodo della sinistra, Andrea Vannucci,  intorno al 12%.

Clamoroso, in Toscana, il risultato di Rignano sull’Arno: nella cittadina della famiglia di Matteo Renzi vince il sindaco uscente, Daniele Lorenzini, dissidente, vince contro la candidata ufficiale dell’ex premier.