Naufraga gommone diretto in Italia: 52 migranti dispersi nel Canale di Sicilia

Cinquantadue migranti sarebbero dispersi  dopo un naufragio di un gommone avvenuto nel Canale di Sicilia al largo della Libia. È quanto hanno riferito alcuni dei 78 superstiti dell’imbarcazione,  tratti in salvo nell’ambito di una delle operazioni eseguite dalla  Guardia Costiera. In totale, durante 12 operazioni di soccorso  eseguite nei confronti di 9 gommoni e tre barchini, sono stati tratti  in salvo circa 1.650 migranti.

I superstiti del naufragio hanno riferito di essere partiti in 130 dal porto della Libia. Dopo alcune miglia di navigazione il gommone è naufragato e molti migranti sono finiti in acqua. Sul luogo del naufragio è intervenuta, con il coordinamento della Guardia costiera italiana, una delle navi che operano nel Mediterraneo centrale, il cui equipaggio è riuscito a prendere a bordo 78 persone. Sono stati gli stessi superstiti a riferire del naufragio che avrebbe dunque 52 dispersi.