Napoli, operata al femore a 102 anni. Tre in più dell’intero staff chirurgico

Operata con successo al femore a 102 anni. Tre in più dell’età complessiva dei medici che sono intervenuti per sistemarle una frattura scomposta, che messi insieme di anni ne fanno 99. È accaduto a Napoli, a smentita della triste fama (a volte non meritata) che solitamente accompagna le prestazioni chirurgiche in questa città. Protagonista, la signora Olimpia Cito, arrivata nei giorni scorsi al pronto soccorso dell’ospedale evangelico Betania di Ponticelli, popoloso quartiere dell’area orientale, per una brutta caduta, subito trasferita nel reparto di ortopedia dove è stata operata d’urgenza sei ore dopo.

L’operazione è perfettamente riuscita

A cinque giorni dall’intervento, «perfettamente riuscito», la paziente è stata dimessa, riferiscono i sanitari, «in ottime condizioni». Dopo gli esami di routine e la valutazione anestesiologica, l’équipe di Giacomo Negri, direttore dell’unità operativa di ortopedia, ha suggerito l’intervento. E nonostante le preoccupazioni dei familiari sui rischi dell’operazione legati all’età avanzata, Olimpia non ha avuto esitazioni e ha deciso di farsi operare «per riprendere al più presto le attività quotidiane». In sala gli ortopedici Andrea Accardo, 35 anni, e Pasquale Florio di 32 come lo strumentista Gennaro Sicignano. Ad assistere i tre l’anestesista Matteo Rinaldi.

Al Betania di Napoli non è il primo intervento su un centenario

«Il decorso post-operatorio è stato privo di complicazioni e la signora è stata dimessa con parametri stabili», spiegano ancora dall’ospedale. «Non è la prima volta che qui all’ospedale evangelico Betania di Napoli operiamo dei centenari – afferma Negri – tanto che ogni anno annoveriamo diversi casi, e non solo in ortopedia. Abbiamo deciso di effettuare l’intervento per le buone condizioni di salute della paziente, ma potendo contare anche su una esperienza consolidata di operazioni del genere».