Mazzola: “Juve-Real? Ho suonato il clacson per tutta la notte“ (video)

Sandro Mazzola, ex calciatore e bandiera dell’Inter, scatenato a Un Giorno da Pecora: ha festeggiato, e ancora festeggia, la sconfitta della Juventus in finale di Champions League contro il Real. Un Mazzola che non t’aspetti, solitamente misurato, sobrio, una volta ospite del programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, si è lasciato andare alla sua passionalità, senza nascondersi dietro discorsi triti e ritriti sul tifo e l’italianità del tifo che non conosce bandiere e club. Mazzola ha spiegato: “Ho festeggiato tutta la notte, ma ora la festa è finita. Ci prepariamo per la prossima…” Perché ha fatto il tifo contro la Juve?, gli chiedono i due conduttori “Sai com’è: io guardavo la partita e vedevo una squadra che c’era e l’altra che non c’era. E sai com’è, pensavo a quella squadra che stava vincendo”.

Come ha ‘festeggiato’ questa sconfitta? “Intanto andando in giro con tutti gli altri. Qui da me, in provincia di Milano, c’era di tutto, macchine che suonavano, clacson, gente che cantava”. E lei ha ‘esultato’ suonando il clacson? “Si, certo, anzi, visto che me lo aspettavo, avevo fatto mettere un duplificatore, in modo che il clacson suonava molto più forte del solito”. Lei ha festeggiato più per il suo passato da interista oppure per il suo legame col Torino? “Tutte e due: il Toro è nel cuore, e all’Inter devo sempre qualcosa“. Dopo queste sue dichiarazioniha avuto messaggi di ‘simpatia’ da parte dei tifosi bianconeri? “Moltissimi…quando tu fai arrabbiare ‘quelli’, sei sempre contento”. Le è piaciuto il risultato secco di 4-1? “Forse la Juve meritava di più, diciamo 4-3. Un risultato che sarebbe stato bellissimo, magari col quarto gol del Real negli ultimi dieci minuti”.