Londra, il poliziotto eroe che ha affrontato i terroristi col manganello

Un poliziotto ha affrontato i tre terroristi armato solo di un manganello. L’agente della polizia dei trasporti britannici è rimasto ferito a coltellate durante l’attacco di ieri sera a Londra. Secondo quanto riferito, l’agente – entrato nella British transport police, due anni fa – ha riportato ferite da taglio al volto, alla testa e ad una gamba.  Sorte simile per un agente della Metropolitan Police che era fuori servizio, rugbista dilettante, rimasto ferito nel confronto con i terroristi, che ha affrontato a mani nude. Il commissario capo della Btp, Paul Crowther, ha reso noto che l’agente – di cui non è stato diffuso il nome e che è stato tra i primi ad accorrere sulla scena – si trova adesso in condizioni stabili, ma ha riportato gravi ferite.

Attacco a Londra, il coraggio del poliziotto

«L’ho visto poco dopo essere stato ricoverato ed ho sentito da lui direttamente quello che è successo – ha raccontato – È evidente che ha mostrato un coraggio enorme davanti al pericolo, come hanno fatto molti altri che erano sulla scena e sono corsi ad aiutare». Dal canto suo, il presidente della Federazione della polizia metropolitana, Ken Marsh, ha detto: «Posso confermare che, purtroppo, alcuni nostri colleghi sono tra i feriti nell’attacco di ieri sera. Non ci possono essere dubbi che la rapida risposta dei nostri colleghi, armati e disarmati, ha evitato la perdita di altre vite. Ci sono veramente poche parole per descrivere il loro coraggio, ufficiali che sono andati incontro al pericolo senza pensare alla loro salvezza».