Livorno, degrado in piazza Caproni. Il sindaco “scopre” il poeta e manda gli spazzini

Il poeta Giorgio Caproni (1912-1990) conquista la ribalta nazionale grazie a una traccia dedicata al poeta livornese nel tema dell’esame di maturità e il suo comune natale  pensato di correre ai ripari “ripulendo” la piazza a lui dedicata, in fretta e furia, per rendergli “omaggio con più decoro in un luogo a lui intitolato.

La figuraccia è del sindaco a Cinquestelle Filippo Nogarin, che dopo aver letto un articolo del Corriere della Sera – “Orribili graffiti, elettrodomestici abbandonati, cartoni ovunque, bivacchi notturni, droga” – ha spedito una squadra di spazzini a fare pulizia. Il giorno dopo. 

“Stamattina l’idropulitrice di Aamps, l’azienda municipalizzata della raccolta dei rifiuti, è entrata in azione in piazza Caproni, “il luogo che nel 2009 l’amministrazione livornese ha voluto dedicare al nostro illustre concittadino, salito ieri alla ribalta delle cronache nazionali, essendo stato inserito in una delle tracce della prima prova di maturità”, ricorda Nogarin in un post sul suo profilo Facebook con tanto di foto. Un intervento di pulizia straordinaria, spiega Nogarin, “che abbiamo richiesto ad Aamps per sistemare una piazza che, pur essendo meno conosciuta e nascosta, rappresenta una potenziale attrattiva”. Nelle prossime settimane, poi, “ripareremo la balaustra che costeggia la scalinata del palazzo – ha precisato il sindaco – Abbiamo inserito l’intervento a fine dicembre scorso in un pacchetto di piccole manutenzioni da effettuare con un budget di 15mila euro”. Come sempre in questi casi, è la ditta appaltatrice che decide le priorità. Ma stavolta “la ribalta nazionale” di Caproni è “arrivata prima degli operai. Peccato”, conclude il sindaco. La Maturità poteva essere rimandata in attesa degli spazzini…