L’Isis all’attacco in Iran: sette morti, decine di feriti. In azione i kamikaze (video)

Un duplice attacco, in Parlamento e al Mausoleo dell’ayatollah Ruhollah Khomeini. L’ombra dell’Isis è ormai ovunque, anche dove qualcuno ritiene che abbia meno possibilità di trovare seguaci. In Iran, a Teheran, alcune persone sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta al mausoleo dedicato all’ayatollah Ruhollah Khomeini nella zona sud di Teheran. L’uomo armato ha aperto il fuoco contro i pellegrini presenti all’interno del mausoleo, ferendo alcune persone. A quanto pare anche un kamikaze sarebbe entrato in azione nell’attacco: un membro del commando che ha assaltato il mausoleo si sarebbe fatto saltare in aria. Il ministero dell’Intelligence iraniano ha confermato che due terroristi sono stati arrestati, uno degli assalitori si è fatto saltare in aria, mentre un secondo uomo del commando è stato ucciso dalle forze di sicurezza prima che riuscisse ad azionare la sua cintura esplosiva.

La notizia segue quella di un’altra sparatoria avvenuta all’interno del Parlamento di Teheran: lì ua guardia è rimasta uccisa e tre persone ferite nella sparatoria. Altre fonti di stampa parlano di uno solo assalitore e aggiungono che i feriti sono guardie addette alla sicurezza. Secondo quanto riporta l’agenzia Fars, un uomo ha iniziato a sparare alle guardie, colpendo una di loro e due civili e poi è scappato. Secondo alcune fonti, si starebbe  svolgendo, malgrado l’attacco sia ancora in corso, la sessione del Parlamento iraniano guidata dal presidente del Majlis, Ali Larijani. Lo hanno evidenziato le immagini trasmesse in diretta dall’emittente Press Tv. La stessa emittente ha riferito che sono stati uditi nuovi spari dall’edificio.

Il bilancio dei due attentati sarebbe, al momento, di sette morti e decine di feriti.