La Russa: “La vittoria del centrodestra ha una valenza nazionale: continuiamo così”

Ignazio La Russa commenta la vittoria a valanga del centrodestra dando profondità alla lettura dei dati elettorali delle singole città. “Io sono qui perché questa questa è una
vittoria che travalica Genova. Sono qui perché travalica la Liguria, assume una valenza nazionale”. Ignazio La Russa, ex ministro della Difesa e ex ministro della Difesa e fondatore di Fratelli d’Italia, era a Genova di fronte al point elettorale di Marco Bucci, candidato sindaco del centrodestra vittorioso. In piazza Piccapietra circa 200 tra sostenitori e elettori si sono raccolti per tutta la notte davanti al quartier generale di centrodestra sventolando un l’uno tricolore al grido di “Ciao, Crivello, ciao”, rivolto all’avversario di centrosinistra al ballottaggio. Genova oltre Genova, commenta. Il successo in tutta Italia parla chiaro e dovrà costituire la base di partenza per prepararsi all’appuntamento delle politiche: “Nei giorni scorsi Giorgia Meloni – ha aggiunto La Russa – l’aveva detto che non servono ammiccamenti a Renzi e a Grillo, basta che il centrodestra stia unito come è riuscito a fare Toti in Regione Liguria due anni fa. In questo modo si vince. Quindi la lezione che esce da questa vittoria, che non solo di Genova ma è un dato nazionale perché abbiamo vinto a Sesto San Giovanni ex Stalingrado d’Italia, è che un centrodestra unito e ciò che gli italiani chiedono perché si governi l’Italia”.