La Liguria che cambia: anche La Spezia schiaffeggia il centrosinistra

In Liguria il centrosinistra continua a perdere consensi. Dopo l’ultima consiliatura, a La Spezia aveva puntato tutte le sue carte su Paolo Manfredini, che però è riuscito ad accedere al ballottaggio per il rotto della cuffia, ottenendo solo il 27 per cento. In vantaggio – e quindi con molte chances di farcela al secondo turno – è il candidato del centrodestra Pierluigi Peracchini, che ha conquistato il 32,6 per cento dei voti. Esclusa dal ballottaggio Donatella Del Turco, che ha racimilato solo l’8,8 per cento dei voti. Nelle scorse elezioni comunali il centrosinistra aveva vinto addirittura al primo turno, quindi c’è stato un vero e proprio crollo. Nel centrodestra Fratelli d’Italia è la prima lista con il 13,9 per cento. Prima del silenzio elettorale il saluto di Peracchini attraverso «questa affascinante e vera citazione dal film L’attimo fuggente: “Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse”».