“Italiani famosi”: in un ristorante la foto di Riina accanto a Roberto Baggio

“Alcuni mie grandi amici della Romania, si sono trovati in questo ristorante, e guarda guarda che fotografia c’era sulla parete assieme ad altri personaggi italiani famosi nel mondo… Grazie amici miei!”, scrive Salvo Riina, figlio del boss Totò sulla sua bacheca Facebook. 

L’immagine del capo dei capi, il boss corleonese Totò Riina, accanto a quella degli azzurri campioni del mondo. In un ristorante di Tenerife, come riporta oggi la Repubblica, l’hanno sistemata sul muro proprio sopra quelle della Nazionale italiana e di Roberto Baggio. “Italiani illustri”. E Salvo Riina, figlio del padrino di Cosa nostra, che ha già scontato una condanna per associazione mafiosa e che da anni vive a Padova in regime di sorveglianza speciale, esulta su Facebook.

Un post che incassa undici condivisioni e decine di like. “Grande u zu Totuccio” scrive qualcuno, “Io ho il locale pieno di mafiosi e boss americani nelle foto” si legge in un altro post. “Zio Totò, numero uno al mondo” dice un altro ancora, mentre qualcuno spiega: “Anche io a casa ho la foto di tuo padre, tuo fratello Giovanni e tuo zio Leoluca, nonché di tutti i componenti della tua famiglia”. E ancora: “Il mitico e il grande”, “Ovunque non sei da solo”. Commenti entusiasti conditi da ‘mi piace’ e cuoricini. Qualcuno, però, si indigna: “essere orgogliosi di una belva umana, che ha ucciso e fatto uccidere per mano sua centinaia di persone innocenti, tra i quali i veri eroi della giustizia, della legalità quali Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutti gli uomini della scorta… non si può vedere e accettare”.
Quello che mi fa più schifo – scrive un altro – e tutta la gente che scrive ‘zio Totò Number one!’. Quindi questo zio Totò Number one è quello che ha buttato nell’acido bambini, ucciso migliaia di gente ma quelli non erano vostri parenti né tanto meno figli quindi allora lo dico pure io zio Totò Number one .. schifo’. “A me non fa tanto effetto vedere il figlio del pluriomicida esultare per il ritratto del papà appeso in un ristorante – aggiunge un altro -, quanto leggere i commenti al post di tutte quelli che lo ritengono un grande”. “Quelli come voi si meritano solo la morte in prigione, scarafaggi di merda” si legge in un altro post.