Inferno di cristallo a Londra, una tragedia annunciata: ci fu un allarme inascoltato…

La Grenfell Tower di Londra continua a bruciare e gli inquirenti brancolano ancora nel buio. La causa dell’incendio è ancora sconosciuta, ma già anni fa, i residenti avevano lanciato avvertimenti sui rischi dell’edificio, dopo che nel 2013 un incidente simile era stato evitato per un soffio, a seguito di un problema all’impianto elettrico. Anche sulla base di queste informazioni, sono diverse le teorie, riportate dal Telegraph, sulla causa del disastro.

1) Una fuga di gas. I residenti hanno detto che i lavori di ristrutturazione erano stati effettuati di recente assieme ai lavori per la fornitura di gas agli appartamenti.

2) Un frigorifero difettoso. Dei testimoni sostengono di aver sentito un residente confidare ai vicini che era stato il suo frigorifero difettoso a causare l’incendio.

3) L’ impianto elettrico difettoso. Uno dei problemi dell’edificio era legato all’impianto di sicurezza che già anni fa aveva rischiato di causare un disastro, fortunatamente sventato.

4) Il rivestimento esterno del grattacielo. La Grenfell Tower era stato dotato di rivestimento di zinco antipioggia. Una ristrutturazione costata 10 milioni di sterline. Gli esperti sostengono che questo potrebbe aver aggravato l’espandersi delle fiamme.

5) L’assenza di impianto antincendio e di uscite di sicurezza. Sembra che in passato il governo inglese si sia opposto alle richieste di installazione di un impianto antincendio nel grattacielo. Uscite di sicurezza per far fronte ad un evento del genere, erano del tutto assenti.