In 200mila al concerto di Vasco Rossi, allarme Isis: vietati anche i bastoni dei selfie

L’allarme rosso è scattato dopo la strage alla Manchester Arena. L’obiettivo, adesso, è mantenere elevato il livello di attenzione e di vigilanza, attraverso misure di sicurezza a protezione degli obiettivi e luoghi ritenuti più a rischio. Il Viminale, al termine della riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.) tenutasi all’indomani dell’attacco di Londra, accende un faro su alcuni eventi particolarmente a rischio per la minaccia dell’Isis. Alla luce degli ultimi attentati terroristici e di quanto successo sabato notte a Torino, i vertici delle forze di polizia e dei servizi di intelligence italiani si stanno organizzando per garantire la massima sicurezza dei cittadini soprattutto in occasione dei grandi eventi musicali in programma per l’estate 2017.

Preoccupa, in particolare, il concerto di Vasco Rossi al Modena Park del prossimo 1 luglio per il quale sono attesi 220 mila spettatori. L’evento che ha segnato un nuovo record mondiale per biglietti venduti sarà infatti blindato a causa delle imponenti misure di sicurezza che verranno adottate a partire dal 29 giugno, giorno in cui si terrà la prova generale in presenza di “un numero definito di membri del fan club”. “Il parco verrà messo in sicurezza nelle sue parti più rilevanti”, si legge sul sito del Comune di Modena, che ha introdotto un divieto di circolazione temporaneonelle zone limitrofe all’area del concerto.

Al concerto di Vasco Rossi si arriverà solo a piedi 

In particolare, l’area concerto a partire dalle ore 19.00 del 30 giugno fino alle ore 07.00 di domenica 2 luglio sarà raggiungibile esclusivamente a piedi dai soli spettatori muniti del biglietto del concerto. Verrà divisa in due cerchi, la zona blu e la zona rossa, e agli ingressi verranno effettuati controlli e perquisizioni. “Sicuramente”, avvertono gli organizzatori dell’evento, “non potranno essere portati all’interno dell’area del concerto oggetti potenzialmente pericolosi per la propria ed altrui incolumità”, come bastoni per selfie, ombrelli, bombolette spray, caschi, armi, catene e utensili.

Tra le misure di sicurezza previste invece, si legge in un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook di Vasco Rossi, si citano barriere jersey di protezione che delimiteranno le aree off limits, 55 telecamere con riconoscimento facciale a 1 km che vigileranno h24 a 360° e 5500 addetti alla sicurezza già turnizzati da fine maggio al 1 luglio, quando saranno 1200 dislocati nei punti nevralgici. Il Comune, infine, raccomanda ai cittadini di “fare la spesa o gli acquisti” e di “organizzare eventuali spostamenti per esigenze familiari nei giorni precedenti il concerto” e “di parcheggiate l’auto in garage o in cortile, in modo da mantenere le strade più libere”.