Il “bacio di Giuda” sulla penisola: inizia la settimana più calda dell’estate

E’ iniziata la settimana più calda del mese di giugno, e forse la più calda dell’estate, almeno per quanto riguarda il Nord. L’anticiclone africano Giuda darà il meglio di sé portando le temperature massime su valori anomali per il periodo. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che il caldo aumenterà sempre più e almeno fino a venerdì 16 giugno. Il bel tempo e l’ampio soleggiamento saranno accompagnati da temperature che sfioreranno o raggiungeranno anche i 38° in Emilia, basso Veneto, Mantovano, Pavese, Cremonese, ma anche Barese, Foggiano e zone interne della Sicilia. Fino a 34° sono attesi a Milano, 36° a Bologna, 35° a Firenze, e 32/33° a Roma. Si segnala soltanto l’arrivo di temporali, dapprima sull’arco alpino nella giornata di domani, poi anche giovedì sulla Pianura Padana, accompagnati anche da grandine. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, avvisa che il caldo raggiungerà anche il Sud da venerdì, quando in Sicilia i valori massimi potranno sfiorare i 40° sulle zone interne e i 34/36° su alcune città. Il caldo inizierà a smorzarsi a partire da sabato quando aria più mite raggiungerà tutte le regioni, abbassando di 3/6° le temperature su buona parte dell’Italia. Sulla Lombardia insiste, tra oggi e domani, una ampia struttura anticiclonica posizionata sul bacino del Mediterraneo che favorirà un aumento dei valori massimi di temperatura sui settori di pianura. Tra mercoledì e giovedì prossimi, però, il parziale cedimento dell’alta pressione e l’ingresso di aria più fresca in quota dai quadranti settentrionali determinerà condizioni instabili, con precipitazioni anche a carattere di rovescio e temporale diffuse sulla Lombardia e un lieve calo dei valori massimi di temperatura. Ancora caldo a Firenze. La protezione civile del Comune annuncia per domani il codice rosso (l’ultimo livello dell’apposita scala) per le alte temperature: le massime percepite al sole potrebbero sfiorare, secondo le previsioni, i 40 gradi (con 14 ore di disagio caldo). Oggi, comunque, è allerta arancione.