Grenfell Tower, 12 morti. Due famiglie italiane con bambini tra i dispersi

E’ salito a 12 morti il bilancio delle vittime dell’incendio che ha devastato la Grenfell Tower di Londra. Lo riferisce la Met police. “C’erano degli italiani che vivevano nella Grenfell Tower”. Lo ha affermato Beatrice Antonini dell’agenzia immobiliare Real Estate Genius ai microfoni di Radio 24. “Nella torre – ha detto – abbiamo cinque appartamenti affittati e alcuni clienti sono italiani”, in particolare ci sono “due famiglie italiane con bambini. Al momento non abbiamo saputo niente di loro”. “Non sappiamo cosa sia successo e mi sto recando sul posto per avere maggiori informazioni e sapere se i miei clienti stanno bene”, ha aggiunto l’agente immobiliare, sottolineando di aver “saputo che gli allarmi anti incendio non hanno funzionato”. “Mi sembra grave e incomprensibile perché la torre è sempre stata controllata perfettamente” ha sottolineato. Alla richiesta di maggiori dettagli sui controlli effettuati all’interno della torre la rappresentante dell’agenzia immobiliare ha risposto: “Noi facciamo ogni tre mesi dei controlli negli appartamenti e ci aggiorniamo coi proprietari e col sindacato che gestisce la torre. Tutti i controlli erano normali e non si capisce cosa sia successo”. Per la Farnesina gli italiani che al momento risultano dispersi sono due. Nel suo ultimo aggiornamento, il London Ambulance Service, il servizio ambulanze della città, ha riferito che sono 18 le persone in condizioni critiche dopo l’incendio che ha devastato la Grenfell Tower. In precedenza aveva reso noto di aver portato 64 persone in ospedale, di cui 20 in gravi condizioni. Ma il Servizio sanitario inglese ha parlato di 75 feriti trattati per lesioni procurate dal fuoco. Da parte sua la premier Theresa May si è detta “profondamente rattristata per la tragica perdita di vite umane nella Grenfell Tower”. Lo rende noto il numero 10 di Downing Street. Il primo ministro ha convocato una riunione della segreteria responsabile per le emergenze civili alle 16 ora locale.