Gran Bretagna, cyber attacco degli hacker al Parlamento, mail bloccate

Un cyber attacco di alcuni hacker al Parlamento britannico ha mandato in tilt tutto il sistema informatico del Palazzo di Westminster mettendo in crisi alcuni sistemi di comunicazione dei parlamentari.

Il cyber attacco è stato rivelato su Twitter, da Lord Rennard, membro liberal democratico della Camera dei Lord, precisando che le mail «non funzionano» e che «i messaggi urgenti» devono essere inviata via sms.

Secondo il Daily Telegraph, i membri del Parlamento sono stati avvisati la notte scorsa dell’attacco da parte di hacker e poi hanno cominciato ad avere problemi ad accedere ai loro account di posta elettronica.

Una portavoce della Camera dei Comuni ha detto che la  difficoltà ad accedere negli account di posta elettronica è una conseguenza dell’azione intrapresa per contrastare l’attacco.

«Sono stati scoperti tentativi non autorizzati di entrare negli account di posta elettronica parlamentari – ha detto la portavoce – stiamo continuando ad indagare su questo incidente ed adottare altre misure per assicurare la rete dei computer, in contatto con il National Cyber Security Centre» che fa parte dell’agenzia di intelligence GCHQ, ha iniziato le proprie operazioni nel mese di ottobre dello scorso anno.

«Abbiamo adottato sistemi per proteggere gli account di membri del Parlamento e del loro staff ed adotteremo i passi necessari a proteggere il nostro sistema», ha poi concluso. Diversi membri del Parlamento britannico hanno confermato alla Bbc che non funziona l’accesso remoto ai loro account di posta elettronica.