Gasparri: “Sulla morte di Erika la Appendino ha responsabilità politiche e morali”

Chiara Appendino fa sapere di essere scossa per la morte di Erika Pioletti. In realtà dovrebbe essere considerata responsabile del disastro che si è verificato a Torino. Lei, sindaco della città, se ne era tranquillamente andata a Cardiff senza nemmeno firmare le più elementari delibere che avrebbero garantito una minore pericolosità degli assembramenti che si sono comprensibilmente formati in città per seguire un importante evento”. Lo dichiara Maurizio Gasparri. “La Appendino – aggiunge il senatore di Forza Italia – era stata lodata come miglior sindaco d’Italia, ma alla prima emergenza ha dimostrato di essere incapace e irresponsabile come tutti i grillini. Altro che scossa! Deve essere messa sotto accusa per le sue responsabilità politiche e morali e chi di dovere dovrà accertare se ve ne sono alcune di natura penale”. “È un ulteriore capitolo di vergogna – prosegue – per il movimento grillino che sa urlare e strepitare contro tutti ma da Roma a Torino ha dimostrato l’assoluta inadeguatezza dei propri rappresentanti. La si smetta con le lodi alla Appendino, che, se prima era il nulla, oggi è un pericolo per una città che se ne deve liberare. Va inchiodata alle sue evidenti responsabilità”.