Frecce Tricolori, 56 anni di orgoglio italiano nel mondo (video)

 

Le evoluzioni acrobatiche tra le nuvole per salutare i cittadini con i disegni verdi, bianchi e rossi. Migliaia di persone tutte col naso all’insù ad ammirare lo spettacolo delle Frecce Tricolori. Lo spettacolo si ripete da 56 anni, dal 1961, anno della fondazione della “mitica” pattuglia. Folle sulle spiagge, sui lungomare, nelle città. Grandi e bambini. L’ emozione e l’ammirazione per quegli “acrobati” del Tricolore sono cresciute negli anni, rinnovando ad ogni esibizione un piccolo grande miracolo, una piccola grande magia: tutti gli italiani riescono a ritrovare in quegli attimi rivolti verso il cielo un senso di unità, di orgoglio, di Patria. Per questo compleanno oggi la pattuglia acrobatica sfreccerà dai Giardini Naxos, dove da giorni le gente è in fibrillazione per questa esibizione.

L’entusiasmo che si rinnova da 56 anni

Per festeggiare i 56 anni di attività è stato stilato un programma intenso, diciotto esibizioni e sette sorvoli. Dalla Norvegia al Belgio passando per la Svizzera e per le principali città e località della nostra Penisola, la stagione delle Frecce Tricolori, la prima del nuovo comandante Mirco Caffelli, è in pieno svolgimento. Gli appuntamenti sono iniziati il 14 maggio a Grado. Nel corso della manifestazione è stato ricordato il tenente colonello Andrea Saia, scomparso a soli 45 a causa di un infarto. Il saluto al pubblico di Grado con quello che la speaker ha definito «il più grande tricolore del mondo» e la voce di Pavarotti a cantare hanno incorniciato una cerimonia da brividi con oltre 40mila persone ad assistere.

Frecce Tricolori, la nascita nel 1961

Le Frecce Tricolori (tecnicamente denominate “P.A.N. Pattuglia Acrobatica Nazionale – 313° Gruppo Addestramento Acrobatico”), sono nate nel 1961 in seguito alla decisione dell’Aeronautica Militare di creare un gruppo permanente per l’acrobazia aerea, e sono attualmente la pattuglia acrobatica aerea più numerosa ed apprezzata del mondo. Grande attesa, dunque, per il Tricolore più bello del mondo ai Giardini Naxos, dove solo poche settimane fa in occasione del G7 le Frecce avevano fatto emozionare i grandi della terra. Altre date: il 25 prossimo Marina di Grosseto. A luglio si comincerà il 2 a Vasto per proseguire il 9 a Marina di Ravenna, il 16 a Porto Recanati, il 23 a Lignano Sabbiadoro. Ad agosto il 6 ad Alba Adriatica, il 20 a Gallipoli, il 27 a Jesolo. Il 3 settembre a Lovere e a Monza con il sorvolo sul Gran Premio di Formula 1, il 9-10 settembre a Kleine Brogel in Belgio, il 16-17 a Sion in Svizzera e il primo ottobre sul monte Argentario. Per chiudere con il sorvolo sulla capitale il 4 novembre per la Festa delle forze armate. Nuovo pilota della formazione è il capitano Franco Paolo Marocco di Torino, che ricopre la posizione pony 9.

Tenacia, sacrificio, coraggio

Ad adoperarsi per lo svolgimento dell’ambito “Naxos Air Show 2017” è stato ancora una volta il vicesindaco Carmelo Giardina. Leggiamo sul Gazzettino online: «Un onore averli qua – Giardina, che è anche ufficiale dell’Aeronautica in pensione – perché ci regalano un’emozione unica”. Lo scrive anche il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica militare, generale Enzo Vecciarelli, sulla brochure 2017 della Pan: «Eccezionale, così come viene appellata da tutti gli appassionati. Unica, così come il mondo aeronautico la considera. Indescrivibile, così come sono le emozioni che nascono da ogni esibizione. La Pan può senza dubbio ritenersi il giusto connubio di tenacia, sacrificio, coraggio e passione. Un insieme di straordinarie qualità che rispecchiano i valori di una squadra, ovvero l’inesauribile desiderio di elevare il volo all’ennesimo potenza e, allo stesso tempo, esaltare la componente umana nella sua essenzialità», si legge nella rivista Airpress.