Firenze, ennesimo “colpo” del tedesco Roland, lo scroccone compulsivo

“Roland lo scroccone”, come ormai è passato alle cronache, è tornato a colpire. Dopo i ristoranti, oggi ha scroccato in un bar del centro di Firenze. Anche questa mattina, verso l’ora di pranzo, il tedesco Roland ha pensato bene di bere tre birre al bar Palazzo Vecchio per poi non pagare il conto. Il titolare non ha voluto sporgere querela ma certo è che i negozianti sono stanchi di questo suo atteggiamento. L’episodio di oggi non ha portato a nessuna denuncia né tantomeno
all’arresto ma, visto che due giorni fa era stato arrestato dai carabinieri di Greve in Chianti (Firenze) allo stesso era stato notificato il divieto di dimora nella regione Toscana. Non ottemperando alle prescrizioni imposte, per lui scatterà la richiesta di aggravamento della misura, sperando che il bar Palazzo
Vecchio sia il suo ultimo colpo andato a buon fine. Come si diceva,due giorni fa era scattato l’arresto per il tedesco ormai famoso in tutta la  Toscana per i pasti al ristorante che regolamente non paga. L’ultimo colpo di Roland lo scroccone l’ha tentato al ristorante Il Gallo Nero di Greve, dove è uscito senza pagare: i titolari del locale hanno chiamato i carabinieri che lo hanno intercettato. E quando gli hanno chiesto perché se ne stesse andando senza pagare i 60 euro del conto, Roland ha inveito contro di loro in inglese, sventolando le denunce accumulate solo negli ultimi mesi. È stato fermato per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e insolvenza fraudolenta.