Federica Pellegrini e gli azzurri di nuoto da Papa Francesco

Una delegazione di atleti italiani e internazionali in gara in questi giorni al trofeo Sette Colli a Roma, guidata dal presidente della Fin Paolo Barelli, è stata ricevuta in udienza da Papa Francesco alla Sala Clementina del Palazzo Apostolico, nella Città del Vaticano. I campioni olimpici azzurri Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri hanno regalato al Santo Padre una cuffia bianca e gialla con scritto “Papa Francesco” e hanno posato con lui per un selfie. Presenti anche altri big azzurri come Gabriele Detti, Filippo Magnini e Luca Dotto. Tra gli stranieri i brasiliani Cesar Cielo e Bruno Fratus, l’australiano Mack Horton, le olandesi Kromowidjojo e Heemskerk.

Papa Francesco: lo sport  è una festa

Il vescovo di Roma ha osservato che lo sport è una festa, ma una «festa non priva di contenuti, perché trasmette valori sempre più necessari in una società come la nostra, che viene definita liquida, priva di punti di riferimento saldi. Il nuoto si fa nell’acqua, ma non è liquido, anzi, è molto solido, richiede impegno costante e forza d’animo». «Il vostro sfidarvi nell’acqua -ha aggiunto Bergoglio- possa essere anche un contributo ad una diversa cultura dell’acqua: l’acqua è vita, senza acqua non esiste la vita, è parlare di Dio, origine e sorgente della vita, e anche la nostra vita cristiana inizia nel segno dell’acqua, col Battesimo».