“Family day” in Abruzzo: il fratello della Lorenzin eletto sindaco a Cappadocia

lunedì 12 giugno 11:44 - di Redazione

Potremmo definirlo, per scherzare, il “Family day” dell’Abruzzo, con il grande giorno dei Lorenzin, che hanno scalato i vertici dell’amministrazione del piccolo paesino di Cappadocia, 569 abitanti, situato a cento chilometri da Roma. Lorenzo Lorenzin è stato eletto sindaco, a capo della lista civica “Cappadocia nel cuore”: l’ha spuntata con 233 voti (pari al 56,14%) sugli avversari Lucilla Lilli (Lista “Un paese che Cresce”) e Claudio Massotti (Lista “Impegno Civico Cappadocia”). A Lilli, sindaco uscente, sono andati 108 voti (26.02%), mentre a Massotti 74 (17,83%). Lorenzin porterà in consiglio comunale 7 consiglieri, 2 la Lilli e uno Massotti. Sui 496 elettori sono stati 422 i votanti (85.08%), 2 le schede bianche, 5 le nulle. 

Il Comune di Cappadocia, in provincia dell’Aquila, ha già avuto diverso sindaci provenienti dalla Capitale. Come Giovanni Sartori e il suo successore Bruno Murzilli, scomparso a luglio del 2011. Lorenzo Lorenzin, poliziotto, sindacalista molto attivo con la sigla del Cosp, pur essendo romano ha legami familiari molto profondi con Cappadocia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *