Elezioni in Francia, sui ballottaggi l’ombra di un astensionismo da record

Per oltre 47 milioni di francesi è la quarta chiamata alle urne in due mesi: le prime due per eleggere il presidente, risultato poi essere Emmanuel Macron, vincitore nel duello diretto contro Marine Le Pen, e le restanti due (oggi si tengono i ballottaggi) per scegliere i deputati dell’Assemblea Nazionale. I seggi sono aperti dalle 8 e resteranno aperti fino alle 18, con l’esclusioni di Parigi e delle altre città più importanti dove invece si potrà votare fino alle 20.

Scontata la vittoria ai ballottaggi del movimento di Macron

Queste elezioni legislative rischiano di essere ricordate come le più scontate della Quinta Repubblica. Gli unici nodi da sciogliere riguardano le proporzioni del trionfo di En marche!, il movimento di Macron, nato solo un anno fa, e che sembra avviarsi a conquistare una maggioranza schiacciante nel Parlamento francese: dai 415 ai 445 seggi, sui 577 complessivi, e il risultato del Front National. Al primo turno, il movimento di Marine Le Pen si è fermato al 14 per cento. Un risultato che potrebbe essere ulteriormente penalizzato dal sistema di voto a doppio turno. Le previsioni assegnano, infatti, al Fn dai 3 ai 10 seggi. Completamente diversa la situazione dei Républicains, la destra moderata, che con una percentuale non di molto superiore a quella del Front, grazie al sistema dei ballottaggi, è accreditato di un centinaio di seggi. Chi, invece, rischia di scomparire del tutto sono i socialisti, fermi intorno al 10 per cento. A vampirizzarli sono stati Macron, da un lato, e Jean-Luc Mélenchon, leader della sinistra radicale, dall’altro.

Secondo i sondaggi voterebbe solo il 46%

Ma il vero convitato di pietra di questo ballottaggio è l’astensionismo, già molto alto al primo turno domenica scorsa. Secondo un sondaggio Opinionway Orpi, ai ballottaggi odierni voterebbero solo 46 francesi su cento. L’astensionismo, dunque, salirebbe al 54 per cento e potrebbe superare quello record della scorsa domenica, che aveva toccato il 51,3 per cento.