Droga: arrestato Castagnacci, uno degli indagati per la morte di Emanuele Morganti

È finito in manette Franco Castagnacci, uno degli otto indagati per l’omicidio di Emanuele Morganti: l’accusa per lui – come informa Ciociaria Oggi –  è di spaccio di droga. L’uomo è stato colto dai carabinieri con addosso circa sedici grammi di cocaina e l’occorrente per confezionare le dosi. Castagnacci prima è stato portato prima in caserma poi nel carcere di Frosinone.
Il suo arresto ha riacceso i fari sull’omicidio di Emanuele Morganti, il ventenne pestato brutalmente nella notte tra il 25 e 26 marzo e poi deceduto per le gravi ferite riportate il giorno successivo.  Al momento tre persone sono in carcere e altre cinque sono indagate con l’accusa di omicidio. In tutto, i coinvolti sono otto: Paolo Palmisani, Mario Castagnacci, Michel Fortuna, Franco Castagnacci, Damiano Bruni, Micheal Ciotoli, Manuel Capoccetta e Pjetri Xhemal. 
Castagnacci, noto ad Alatri con il nomignolo di “Belle Armi”, avrebbe incitato il figlio e altri a massacrare Emanuele Morganti, dopo che i buttafuori, a seguito di un banale litigio con un altro avventore, lo avevano allontanato dal circolo “Mirò”.