Desenzano del Garda, Malinverno mette ko il centrosinistra: strada in discesa

Per un soffio non è stato eletto al primo turno. A Desenzano del Garda, provincia di Brescia, il candidato del centrodestra Guido Malinverno ha ottenuto il 47,67 per cento dei voti distanziando di ben venti lunghezze Valentino Righetti del centrosinistra, fermi al 27,7. Un risultato che era nell’aria, visto il malcontento diffuso nell’importante città turistica, dopo l’esperienza fallimentare della sinistra al Comune. Per il Partito democratico è una delusione che brucia. Il Movimento Cinquestelle è costretto ad accontentarsi del dieci per cento e resta fuori dai giochi. Si va al ballottaggio dunque, e in molti ritengono che i voti dei centristi (rimasti anche loro esclusi) confluiranno su Malgoverno sostenuto da un cartello di centrodestra unito, con il programma comune di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia. «La nostra etica ci ha imposto di seguire una linea di condotta semplice ed essenziale», ha affermato Guido Malinverno negli innumerevoli incontri della campagna elettorale.