Da domani Equitalia cambia nome. Salvini: «Ma rimane la rapina ai cittadini»

Un restyling di facciata e niente più. Ma la vessazione dei cittadini rimarrà inalterata.  Da domani, le società del gruppo Equitalia sono sciolte (tranne Equitalia Giustizia) e nasce l’ente pubblico  economico Agenzia delle entrate-Riscossione. Lo rende noto Equitalia in un comunicato precisando che l’esercizio delle funzioni relative alla riscossione sull’intero territorio nazionale (Sicilia esclusa) è  attribuito all’Agenzia delle entrate ed è svolto dall’Agenzia delle  entrate-Riscossione, ente sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Restano invariate le sedi degli sportelli, ma a partire da lunedì 3 luglio i contribuenti troveranno il nuovo logo, nuova modulistica,  mentre le attività ed i servizi saranno svolti in continuità con la precedente gestione, considerato che l’Agenzia delle entrate-Riscossione subentra a titolo universale nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia.

Cambia anche il portale internet, raggiungibile all’indirizzo www.agenziaentrateriscossione.gov.it, dove gli utenti hanno a disposizione un vero e proprio sportello virtuale: entrando nell’area riservata con le credenziali di accesso è possibile controllare la propria situazione debitoria, pagare cartelle e avvisi, chiedere e ottenere una rateizzazione fino a 60 mila euro, sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge, richiedere il servizio di alert SMS – Se Mi Scordo, delegare un intermediario, visualizzare i documenti, anche quelli relativi alla definizione agevolata.

Caustico il commento di Matteo Salvini. «La chiusura di Equitalia? Ennesima buffonata del governo. Cambia logo e simbolo ma resta identica la rapina ai cittadini. Per quando riguarda la Lega, quando saremo al governo, realizzeremo la rivoluzione fiscale, la tassa unica e la chiusura vera di Equitalia».