Choc a Napoli, cosparge di benzina la moglie per darle fuoco

Picchia e prova a strangolare la moglie, poi la cosparge di benzina per darle fuoco ma viene bloccato dall’intervento dei poliziotti. È successo a Napoli, dove gli agenti della polizia hanno arrestato un 42enne senza fissa dimora ritenuto responsabile di tentato omicidio, sequestro di persona, rapina, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. I poliziotti si sono recati verso le 17 in via Santa Teresa degli Scalzi a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini in merito a una violenta lite tra marito e moglie sul terrazzo di un’abitazione. Giunti sul posto gli agenti si sono avvicinati al terrazzo e hanno notato una donna e un uomo in forte stato di agitazione. Alla loro vista l’uomo si è rifugiato all’interno dell’appartamento, impedendo loro di entrare.

Cosparge di benzina la moglie, bloccato

La donna ha quindi avvisato i poliziotti che le impediva di uscire e le aveva anche preso il cellulare per impedirle di chiedere aiuto. Il 42enne si è convinto ad aprire la porta dell’ingresso e, appena giunti sul terrazzo, i poliziotti hanno avvertito un forte odore di benzina. La donna, oltre a essere insanguinata per le violente percosse subite e aver subito un tentativo di strangolamento, era stata cosparsa di benzina dal marito e solo l’intervento degli agenti aveva impedito che le desse fuoco con un accendino. Il 42enne è stato bloccato mentre la moglie è stata condotta al pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare dove è stata giudicata guaribile dai sanitari in 21 giorni. Il 42enne, non nuovo ad atti di violenza nei confronti della moglie e già noto per i suoi precedenti di polizia, è stato arrestato e portato al carcere di Poggioreale.