“Case fantasma”, i consigli della polizia per evitare truffe in vacanza

La polizia stila un vademecum anti truffe on line per garantire vacanze sicure, almeno per quanto riguarda la casa. Dall’esperienza acquisita nella tutela dai rischi di truffe online, è nata una guida con consigli pratici e suggerimenti per affittare in rete senza pericoli, grazie alla collaborazione tra la Polizia Postale e delle Comunicazioni e Subito. «Secondo una recente ricerca della Doxa – ricorda una nota della Polizia – il 65% degli italiani (72% dei millennials) cercano attraverso internet una casa in affitto. Sebbene molti cittadini abbiano sentito parlare delle “case fantasma”, più di un terzo degli intervistati dichiara che consiglierebbe comunque ad amici e parenti di utilizzare un sito internet per la ricerca e il 46% della popolazione italiana trova un immobile (casa singola o appartamento) dove trascorrere le vacanze».

“Case fantasma”, i consigli della Polizia

Così, «per evitare spiacevoli sorprese e scongiurare “case fantasma” o caparre perse, la Polizia Postale e delle Comunicazioni e Subito, hanno messo a disposizione degli internauti delle semplici regole disponibili sul sito Polizia di Stato, su Subito e reperibili anche su Commissariato di P.S. online e nelle relative pagine Facebook e Twitter», fa sapere la Polizia. «La nostra responsabilità – dice Nunzia Ciardi, direttore del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni – è quella di continuare a diffondere una cultura della sicurezza in rete, garantendo il più possibile gli utenti da potenziali rischi connessi ad acquisti online, attraverso alcuni piccoli utili consigli per ridurre al minimo il pericolo. In questo contesto l’iniziativa vuole offrire alle famiglie le informazioni necessarie per indirizzare gli internauti verso un acquisto consapevole sul web, senza correre il rischio di vedersi rovinate le tanto desiderate vacanze».