Campagna Rotary contro la polio: salvati due miliardi e mezzo di bambini

L’allarme lanciato dal commissario Ue («L’Europa è a rischio poliomielite») accende i riflettori sull’attività svolta e sui risultati raggiunti dal Rotary per l’eradicazione dell’infezione in tutto il mondo. La campagna internazionale contro la polio  affonda le sue radici nel 1985. Da allora il Rotary International ha immunizzato oltre due miliardi e mezzo di bambini in 155 Paesi. Il primo progetto fu avviato nel 1979, da alcuni Rotary Club italiani, nelle Filippine. Dopo trent’anni di innumerevoli sforzi dei rotariani di tutto il mondo, oggi gli unici Paesi endemici sono Afghanistan, Pakistan e Nigeria. Quest’anno sono stati rilevati, fino al 24 maggio, cinque casi – tre in Afghanistan e due in Pakistan – contro i 37 casi dell’intero 2016. «Queste notizie – spiega Silvio Piccioni, coordinatore regionale per l’Italia, Spagna e Portogallo, per la Fondazione Rotary – sono facilmente accessibili nel sito ufficiale dedicato alla polio dall’Organizzazione mondiale della sanità. Nell’intero continente africano, a parte la Nigeria, non si rilevano infezioni dall’agosto del 2014. All’inizio di questa avventura, la più grande operazione in campo sanitario messa in piedi da un’organizzazione privata, avevamo di fronte uno scenario tragico. I Paesi endemici erano oltre 120, nei quali si contavano 350mila casi all’anno: mille al giorno. Il nostro obiettivo era e resta, la certificazione, da parte della autorità sanitarie, di un mondo libero dalla polio. Da allora sono stati vaccinati  due miliardi  mezzo di bambini». 

Il Rotary con la Fondazione Gates contro la polio

Partner storici del Rotary nella campagna per eradicare la polio sono l’Oms, l’Unicef e Cdc (Centri statunitensi per la prevenzione e il controllo delle malattie). A queste nel 2008 si è aggiunta la Fondazione di Bill & Melinda Gates. Interessante osservare i traguardi raggiunti nella lotta alla poliomielite grazie a un forte impegno finanziario. Nel 2008, la Fondazione Gates ha impegnato 355 milioni e ha rivolto al Rotary una sovvenzione sfida di 200 milioni. Da questa iniziativa l’ammontare complessivo è arrivato a 555 milioni a sostegno della Global Polio Eradication Initiative. Nel 2011 il Rotary ha accolto celebrità e altri grandi personaggi pubblici in una campagna di sensibilizzazione e programma con ambasciatori chiamato “Basta così poco” sull’eradicazione della polio. Tra gli ambasciatori sono inclusi i Nobel per la pace Desmond Tutu, il violinista Itzhak Perlman, il co-fondatore della Bill & Melinda Gates Foundation Bill Gates, cantanti vincitori di Grammy Angelique Kidjo e Ziggy Marley, e l’ambientalista Jane Goodall. Il finanziamento del Rotary per l’eradicazione della polio è superiore a un miliardo di dollari.