Battibecco Trump-Khan: il sindaco non ha tempo per il presidente Usa…

Donald Trump torna ad attaccare il sindaco di Londra, Sadiq Khan, definendo “patetiche” le sue dichiarazioni. “Patetica scusa del sindaco di Londra Sadiq Khan che ha dovuto ripensare velocemente la sua dichiarazione nessun motivo di allarme” ha scritto Trump su Twitter alludendo all’oggetto del suo precedente attacco al primo cittadino di Londra. “I media costretti a darsi molto da fare per sostenerlo”, ha aggiunto. Trump aveva accusato Khan all’indomani dell’ultimo attentato a Londra per le rassicurazioni e l’invito alla calma rivolto dal sindaco ai suoi concittadini. Khan gli aveva risposto che la sua esortazione ai londinesi a mantenere la calma riguardava esclusivamente la rafforzata presenza di forze dell’ordine nella città e non la minaccia terroristica in sé. Quindi aveva fatto rispondere dal suo ufficio di doversi occupare di cose più importanti che rispondere a tweet male informati di Trump. Il sindaco di Londra sceglie di nuovo la strada dell’indifferenza per rispondere all’ultimo tweet provocatorio di Trump, che ha definito “patetiche” le sue dichiarazioni ai londinesi dopo l’attacco terroristico di sabato notte che ha provocato la morte di sette persone. “Il sindaco è impegnato a occuparsi dell’attacco terroristico orribile e vile di sabato”, ha scritto su Twitter un portavoce. Già ieri il sindaco laburista aveva detto, sempre tramite un portavoce, di avere altro da fare che reagire alle accuse del presidente americano. Trump è poi tornato a parlare dell’assalto al London Bridge a Londra, definendolo un “orribile attacco terroristico”. Per il presidente Usa, “questo bagno di sangue deve finire” e “questo bagno di sangue finirà”. Intervenendo domenica sera ad una serata di gala a Washington, Trump ha promesso che “come presidente farò ciò che è necessario per impedire che questa minaccia raggiunga i nostri confini” e per “proteggere gli Stati Uniti e i loro alleati da un nemico vile che ha dichiarato guerra contro delle vite innocenti”.