Avviso di sfratto a Chiamparino: Alessandria e Asti al centrodestra

Passano al centrodestra i due capoluoghi di provincia piemontesi, Alessandria e Asti. Altra pagine nera quella del Pd piemontese, che ha già perso Torino e ora altri due importanti città.  Il Piemonte a guida Chiamparino perde pezzi. Ad Alessandria, dopo 15 anni, la Lega Nord torna a conquistare la poltrona di primo cittadino: sindaco è stato eletto Gianfranco Cuttica di Revigliasco che con il 55,6% dei consensi ha battuto il sindaco uscente del Pd, Rita Rossa, che ha conquistato il 44,3 dei voti. Ad Asti, dove al ballottaggio sono andati il candidato sindaco del centrodestra, Maurizio Rasero e quello del Movimento 5 Stelle, Massimo Cerruti, a conquistare la poltrona di primo cittadino è stato il primo con il 54,9% dei consensi mentre lo sfidante, che pure ha più raddoppiato i voti del primo turno (da 5.099 a 10.859) si è fermato al 45,1%.  Nel torinese, resta al centrosinistra una magra consolazione: i due comuni di  Chivasso e Rivalta. Infine ad Omegna, Paolo Marchioni del centrodestra è il nuovo sindaco: con il 55,9% dei voti ha battuto il sindaco uscente del centrosinistra, Maurizio Frisone, che ha ottenuto il 44,01% dei consensi.

“I risultati dei ballottaggi di Asti e Alessandria confermano che il vento del centrodestra soffia impetuoso. In Piemonte, come in tutta Italia, il centrodestra, se unito, vince”. Così, in una nota, il commissario regionale di FdI-An, Andrea Delmastro che aggiunge: “Si tratta di un potentissimo avviso di sfratto al governo nazionale di centrosinistra che non ha saputo avviare riforme nel campo dell’economica e del lavoro, che non ha saputo proteggere le nostre imprese, che non ha difeso la sicurezza dei cittadini”. Si tratta anche di un avviso di sfratto al governatore del Piemonte Chiamparino. Uno smottamento del centrosinistra in una regione a guida Pd merita una riflessione. “Una particolare nota positiva per Fratelli di Italia, all’interno del centrodestra, viene da Asti dove il nostro movimento è il primo partito del centrodestra, testimoniando che il centrodestra è in partita anche con il Movimento 5 stelle”, conclude Delmastro.