Al via in Italia i pattugliamenti congiunti delle polizie italiane e cinesi

Prendono il via oggi i pattugliamenti congiunti tra le forze di polizia italiane e la polizia cinese. Dopo il servizio svolto da agenti di polizia e carabinieri a Pechino e Shanghai lo scorso mese, anche sulla Grande Muraglia, poliziotti cinesi saranno in servizio nelle città di Roma, Firenze, Napoli e Milano da oggi fino al 24 giugno. In condizioni di reciprocità, anche in Italia gli operatori cinesi, in uniforme e disarmati, saranno affiancati da personale della polizia e dai carabinieri e avranno il compito prevalente di assistere i colleghi italiani nelle ordinarie attività istituzionali di controllo del territorio e di tutela della sicurezza pubblica, agevolando i turisti cinesi nei rapporti con le autorità locali e con le rappresentanze diplomatiche e consolari. L’iniziativa è stata presentata in Piazza di Spagna, a Roma, alla presenza del vice direttore generale della Pubblica sicurezza, direttore centrale della polizia criminale, Prefetto Antonino Cufalo, del direttore dello Scip – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Gennaro Capoluongo, nonché dell’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese a Roma, Ruiyu Li, e una delegazione di quel ministero, guidata dal vice direttore generale del Dipartimento della Cooperazione internazionale, Tian Lixiao.